Secunia: solo l’1.91% dei PC è full patched

Secunia ha pubblicato recentemente una statistica nella quale si evidenzia lo stato di sicurezza di un buon numero di sistemi. Questi dati sono raccolti grazie al sofware PSI, recentemente giunto alla versione 1.0 (stabile). In particolare i dati fanno riferimento ai nuovi utenti che hanno utilizzato PSI nei sette giorni successivi il rilascio della versione 1.0.

Il campione di utenza a cui l’indagine fa riferimento è costituito da 20.000 utenti con altrettanti pc. I risultati si riferiscono alla primissima scansione effettuata dal programma al fine di indicare lo stato di salute delle macchine prima dell’utilizzo abituale di psi.

Ci sono due importanti premesse che è necessario porre per una corretta interpretazione dei dati:

  • Gli utenti di PSI sono verosimilmente più sensibili di altri al tema della sicurezza.
  • Secunia non registra se PSI od altri loro software sono stati utilizzati precedentemente ovvero se un utente ha disinstallato e reinstallato il software: questo utente risulterebbe un utente «first time»

Per questi motivi i dati di questa indagine statistica sono da considerarsi come caso migliore in quanto la situazione reale potrebbe essere peggiore.

Veniamo ai dati:

0 Programmi insicuri: 1.91%
1-5 Programmi insicuri: 30.27%
6-10 Programmi insicuri: 25.07%
11+ Programmi insicuri: 45.76%

Il 98.09% di PC ha almeno un programma insicuro, dunque 98 su 100 Pc connessi ad Internet hanno almeno un programma insicuro installato. Uno scenario davvero poco rassicurante. Se a ciò si aggiunge che, rispetto ad una precedente indagine effettuata con versioni beta di PSI, i nuovi risultati non mostrano trend di miglioramento l’orizzonte è veramente oscuro.

Purtroppo manca una cultura della sicurezza, soprattutto perchè è opinione diffusa che per essere sicuri basti solo un antivirus ed un firewall. Moltissimi ignorano gli aggiornamenti di sicurezza del sistema operativo e, come si vede, molti altri ancora ignorano gli aggiornamenti di sicurezza dei programmi applicativi. Si noti che questi discorsi prescindono dal sistema operativo utilizzato: anche gli utenti di linux e osx devono prestare attenzione a tenere il proprio sistema full patched.

Personalmente mi sento di consigliare PSI a tutti coloro che si ritengono very final user ma anche a chi si ritiene più esperto: rende il compito di patchare un sistema windows davvero semplice ed intuitivo.

Vedi anche:

Annunci

0 Responses to “Secunia: solo l’1.91% dei PC è full patched”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Categorie

Archivio

Dona a Wikipedia

Wikipedia Affiliate Button

Technorati

Add to Technorati Favorites

No DPI

Blog Stats

  • 3,631 hits
dicembre: 2008
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: